Chi siamo

Il gruppo La Fonte è nato a Milano nella primavera del 1986 per opera di alcune persone che intendevano creare un luogo di accoglienza, e insieme fornire in maniera sufficientemente precisa, momenti di crescita mediante un cammino di spiritualità che cercasse un’integrazione feconda tra la propria condizione di omosessuali e la fede cristiana.

Perché un gruppo

La scelta del gruppo come spazio dove fare insieme questo cammino ci è sembrata obbligata, soprattutto a partire dal fatto che consideriamo primaria la dimensione relazionale della persone, e, quindi, della sessualità, qualunque essa sia. Il gruppo può diventare il luogo ove imparare, attraverso la disciplina che esso esige, a costruire relazioni positive, che si traducono quindi in solidarietà e amicizia. Il nome del gruppo, e l’antico simbolo cristiano che lo identifica, due colombe che si abbeverano a una fontana, vuol rendere con l’immagine il nostro progetto: l’incontrarsi delle persone attorno a quella fonte che è il Signore Gesù.

La relazione al centro

Noi collochiamo al centro del nostro discorso la relazione interpersonale, pensiamo che la sorgente che alimenta la vita sia l’amore, e cerchiamo in Gesù il modello di una relazione fondata sull’amore. Ne consegue che ogni interpretazione della condizione omosessuale, sia a livello teorico che pratico, che si concentri esclusivamente sulla sessualità, o in modo ancor più riduttivo sulla genitalità, non ci trova d’accordo, sia quando questa dimensione viene colpevolizzata come “intrinsecamente disordinata”, sia quando viene esaltata al di là delle sue possibilità e del suo significato reale. La sessualità rimane per noi un aspetto importante dell’esistenza, e crediamo che anche una persona omosessuale abbia il diritto a vivere questa esperienza, ma restiamo altresì convinti che il senso pieno della sessualità si realizza quando essa è strumento di comunione tra due persone, segno di affetto vero, manifestazione di un’amicizia sincera e responsabile.

Cosa facciamo

L’attività del gruppo comprende pomeriggi di riflessione, preghiera e semplice scambio amicale, cui si aggiunge un ritiro-convivenza di fine settimana da due a quattro volte all’anno. Accanto a questi momenti più impegnativi, le persone del gruppo vivono la loro amicizia in diverse altre occasioni, che non obbediscono a un programma preciso, ma fanno parte del comune stare assieme in base ad affinità, gusti e interessi che traducono e intensificano le relazioni interpersonali. Dal dicembre 1996 il gruppo pubblica, quattro volte all’anno, un bollettino: Acqua di Fonte.

Noi e la Chiesa

Ci collochiamo nella Chiesa come credenti; il gruppo è però anche aperto a chi, trovandosi in una situazione di fede sospesa e di ricerca, accetta le iniziative che vengono decise e proposte. Forse è opportuno precisare che per noi la fede non è né un’ideologia né un codice morale dove tutto è predefinito, ma vuole essere anzitutto un cammino segnato da un’adesione cordiale al Signore Gesù, che ci attrae verso traguardi vertiginosi e insieme sostiene e conforta i nostri passi con il suo perdono sempre offerto. Similmente la Chiesa non è per noi un’organizzazione politica da aggredire, ma, pur con il necessario rilievo riservato a coloro che in essa svolgono una funzione di guida e di magistero, con i quali si desidera, e si cerca di praticare un dialogo cordiale e costruttivo, essa rimane primariamente la comunità di quanti cercano di seguire, magari a tentoni, le orme del vangelo. In questa comunità ci è capitato di trovare un’accoglienza molto più grande di quanto si creda.